Zwift - Bologna TT


Oggi andiamo a scoprire Bologna TT, l'unica mappa di Zwift che è ambientata in territorio italiano; il percorso è unico, e si può percorrere solamente durante un evento.
Bologna TT è l'esatta replica del percorso della prima tappa a cronometro del Giro d'Italia 2019; Bologna è sia un "mondo" di Zwift, nel senso di una mappa principale, sia un percorso, in quanto all'interno della mappa c'è solo una route da percorrere, che ha lo stesso nome della mappa.



Come vediamo dall'altimetria e dalla mappa del percorso, Bologna TT è divisa in due parti principali e ben distinte; degli 8km totali, i primi 6km sono in pianura (anzi, i primi 2km sono in leggerissima discesa), mentre gli ultimi 2km sono di salita.

Il percorso, come anticipato, è unico, ed è disponibile solo per gli eventi; è tuttavia possibile percorrerlo liberamente con un trucco!
Basterà iscriversi ad un evento, entrare in griglia, ed attendere che l'evento inizi; a questo punto in basso a sinistra sullo schermo ci sarà il tasto per uscire dall'evento.
Una volta usciti potrete navigare liberamente la mappa in entrambi i sensi, facendo inversione a U (cosa che durante un evento non è possibile fare).



La particolarità di Bologna sono gli eventi multi-giro; se infatti gli eventi di solo un giro partono dalla partenza e finiscono 8km dopo in cima alla salita del San Luca,  per quelli di più giri il discorso è diverso.

Un evento di due giri, se fosse come in tutte le altre mappe di Zwift, vorrebbe dire fare i primi 8km, arrivare in cima alla salita, e tornare indietro, terminando il secondo giro sotto il traguardo da cui si è partiti, per un totale di 16km; invece a Bologna non è così!

I giri a Bologna si contano solo dalla partenza all'arrivo in cima alla salita! Quindi 2 giri vuol dire fare 8km, arrivare in cima, tornare indietro fino alla partenza (che non conta come giro, e siamo a 16km) e ripartire per il secondo giro vero e proprio, chiudendo in cima alla seconda salita totalizzando 24km totali.

Quindi 2 giri vuol dire due scalate complete al San Luca! E vi assicuro, avendoci provato in gara, che se una fa male, due fanno malissimo!


Due anche le modalità di pedalata negli eventi:
  • Pedalata "tradizionale"
  • Pedalata TT

La pedalata tradizionale è la normale modalità di pedalata su Zwift, in cui correte assieme a tutte le altre persone della vostra categoria; le scie sono attive. Si possono usare sia bici normali che bici da TT (ma in quest'ultimo caso, se siete iscritti a ZwiftPower, verrete probabilmente squalificati, in quanto in molti eventi le bici TT sono vietate dagli organizzatori)



La pedalata TT invece è una specifica modalità di Zwift che simula un vero e proprio Time Trial:
  • Potete (ed è consigliato) usare una bici TT; non servirà spendere drops o avere nessun particolare livello, in quanto fin da subito nel garage tutti trovano a disposizione la bici Zwift TT
  • Potete anche usare telai normali; tuttavia anche il più veloce dei telai standard è comunque molto più lento del peggior telaio TT, quindi partireste già svantaggiati
  • La partenza non avviene tutti assieme; si viene fatti partire a scaglioni, come in un vero TT
  • Durante la gara non sono attive le scie; quindi se raggiungete chi è partito prima di voi, o chi è partito dopo raggiunge voi, anche se pedalaste assieme uno davanti all'altro non ci sarebbe l'effetto scia
  • L'interfaccia grafica è leggermente diversa; le colonne laterali diventano come quelle dell'Alpe du Zwift, mentre la barra superiore cambia decisamente, fornendo i classici dati (potenza, cardio, velocità, etc) in maniera leggermente diversa dal solito, ed ottimizzata per un TT


La prossima settimana farò uno specifico articolo sulla modalità TT, con tutti i dettagli utili a scoprirla, se non l'aveste ancora provata!

CONSIGLI SULLA SCELTA DELLA BICI

La scelta della bici a Bologna può essere molto importante, visto che come detto ci sono due sezioni ben distine, una molto pianeggiante, ed una molto ripida! Il consiglio è scegliere una bici che vi aiuti a percorrere in maniera più efficiente la sezione in cui siete più in difficoltà!



Se siete un atleta pesante, e/o puntate molto sull'alto wattaggio in pianura, mentre faticate di più in salita, scegliete una bici e delle ruote leggere; le bici da scegliere sono la Specialized Tarmac PRO (livello 11) o la Trek Emonda (quella che vincete nella sfida Cimb Mt Everest), per le ruote tra le migliori scelte ci sono SES 3.4 e Zipp 454, a meno che non siate stati così fortunati da aver già vinto le Lightweight Meilenstein in cima all'Alpe!
Tuttavia queste ultime, rispetto alle prime due citate, sono molto poco areodinamiche, e nei primi 6km in piano non aiutano molto, quindi sceglietele solo se avete veramente tantissimi watt in piano e siete invece in gravissima difficoltà in salita.
Il razionale è che anche con bici e ruote leggere e poco aero avrete comunque abbastanza watt per stare in gruppo in piano, mentre sfrutterete ruote e telaio leggeri per darvi una mano in salita.



Se invece siete un atleta leggero, o che comunque predilige la salita ed ha un ottimo rapporto w/kg, mentre difetta dei watt assoluti, è bene fare la scelta contraria, ovvero usare una bici e delle ruote un po' più pesanti, ma molto aerodinamiche, che vi aiutino a stare in gruppo ad alti wattaggi (dove solutamente fareste più fatica), sapendo che poi le vostre doti in salita potranno ridurre di molto la penalità del maggior peso di telaio e ruote che andrete ad utilizzare.

La Tron Bike non è una grande scalatrice, ma in piano va davvero forte, ed è comunque più leggera dei migliori setup da pianura, quindi se foste leggeri, e disponeste della Tron, potrebbe essere una scelta molto valida.

Altrimenti dovete usare telai aero, ma relativamente pesanti, come la Specialized Venge S-Works, la Cervélo S5, la Felt AR o la Ttrek Madone, se avete il livello per acquistarle (dal 20 in su); altrimenti al di sotto del 20, le migliori scelte sono la Specialized Allez Sprint che potete acquistare al livello 14, o la Zwift Aero al livello 6.

Come ruote ci sarebbero le Zipp 808 (livello 13) ma scalano davvero male; se aveste già le Zipp 404 (livello 15) o meglio le 454 (livello 24) sarebbe molto meglio, perchè sono molto aerodinamiche ma scalano molto più velocemente. Una ruota veloce come la Zipp 808 ma che scali meglio arriva solo con le ENVE 7.8 che però si sbloccano al livello 39, che è davvero molto avanti! Se foste proprio ai primissimi livelli, ENVE 3.4 e passa la paura!


Infine per le gare in modalità TT un'ottima bici per i livelli più bassi è la Cervélo P5 (livello 15) perchè una delle più veloci sia in pianura che in salita; oppure è valida anche la Specialized Shiv S-Works (livello 10) che è in assoluto il miglior telaio TT per la salità, però perde molto in piano, e quindi se avete accesso alla Cervélo P5 è meglio perchè è più equilibrata e gobalmente più veloce sul tracciato di Bologna.
Per le ruote valgono le considerazioni di cui sopra.

Voi avete già provato il tracciato di Bologna, magari in modalità TT? Quasli sono le vostre impressioni? Raccontatele nei commenti!

Commenti